I RIMEDI OMEOPATICI PER LE CEFALEE

Lascia un commento

14 maggio 2013 di giorgiomarcialis

I rimedi omeopatici per le cefalee sono derivati da sostanze naturali e vengono dinamizzati fino ad ottenere diluizioni infinitesimali.  
 
Sotto forma di granuli, gocce o compresse, agiscono sui sintomi e risultano importanti per riequilibrare l’organismo e risolvere le crisi.  
 
A seconda del rimedio, bisogna assumere granuli alla diluizione 7CH o 5CH. Il dosaggio è di 5 granuli 3-4 volte al giorno durante la fase acuta, salvo diversa indicazione medica. Vanno assunti lontano dai pasti e, se possibile, nell’ora precedente e successiva evitare menta, alcool, caffè, tè e tabacco, che ne diminuiscono l’efficacia. I granuli non vanno toccati; per evitare un’eventuale contaminazione del principio attivo, si deve utilizzare l’apposito tappo dosatore delle confezioni; i granuli non vanno deglutiti, ma si devono porre sotto la lingua e si devono lasciar sciogliere lentamente.  
 
  • Belladonna 7CH:
Ottima per gli attacchi improvvisi di emicrania, con dolore pulsante che peggiora con la luce, i movimenti e il rumore.  Talvolta, può comparire uno stato di congestione al viso.  
 
  • Gelsenium 5CH:
È efficace quando la crisi è preceduta dall’aura o coglie dopo brutte notizie ed in stati di forte apprensione.  
 
  • Nux vomica 7CH:  
E’ indicata in caso di cefalea muscolo-tensiva da stress o da eccesso di lavoro, più intensa al risveglio.  
 
  • lris versicolor 5CH:
Si assume per l’emicrania che assale nei giorni di riposo. Il dolore colpisce soprattutto la parte destra sopra l’occhio ed è aggravato da una sensazione di nausea. Si assume 2 volte al giorno per 20 giorni.  
 
  • Actaea racemosa 7CH:
È indicato quando il mal di testa peggiora durante il ciclo mestruale e aumenta di intensità in caso di flusso intenso. Si assumono 2 volte al dì, dal ventunesimo giorno del ciclo fino all’ultimo delle mestruazioni.  
 
  • Sepia 7CH:
È adatto per l’emicrania che compare regolarmente con l’arrivo del flusso mestruale. I granuli vanno assunti per un periodo compreso fra un mese e 40 giorni.  
 
  • Kalium phosphoricum 7CH:
È utile per la cefalea muscolo-tensiva che compare dopo periodi di studio intenso e che è accompagnata anche da un senso di stanchezza generale. La cura va protratta per 15 giorni, assumendo i granuli 2 volte al giorno. 
 
  • Chamomilla 7CH:
È d’aiuto quando il mal di testa è pulsante e si manifesta con una sensazione di peso ai bulbi oculari, la tipica forma scatenata dal vento e dagli agenti climatici. Durante la fase acuta, i granuli vanno assunti 3-4 volte al giorno.  
 
  • Pulsatilla 5CH:
Serve quando il mal di testa è vicino o in concomitanza con le mestruazioni ed ha la prerogativa di migliorare con l’aria fresca e con un impacco freddo sulla fronte, mentre peggiora al chiuso e dopo aver mangiato alimenti grassi e calorici. I granuli vanno assunti 2 volte al giorno fino alla scomparsa del sintomo.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: